Home News Reolì si aggiudica il premio Innovazione a Parigi

Reolì si aggiudica il premio Innovazione a Parigi

626

L’ultima creazione della start-up calabrese si è classificata prima nella categoria innovazione all’Italian Food Awards di SIAL 2018

 

La start-up calabrese Reolì, azienda nata nel 2015 dallo spin-off accademico R&DCal dell’Università della Calabria, ha vinto il prestigioso premio “Innovazione” nel corso della quarta edizione dell’Italian Food Awards a SIAL 2018, il Salone Internazionale dell’Alimentazione svoltosi a Parigi dal 21 al 25 ottobre. Si tratta di un concorso dedicato ai prodotti del food & beverage italiano più innovativi e creativi, sia negli ingredienti che nei formati, a cui si sono candidati 230 prodotti per 12 categorie presentati dai più importanti marchi del settore agroalimentare nazionale. Il prodotto Reolì premiato nella categoria innovazione è Olive Ghee Organic, ultima creazione lanciata dall’azienda. Si tratta una crema di oliva 100% vegetale e biologica, in grado di rendere stabili le caratteristiche nutrizionali e le proprietà salutistiche dell’olio extravergine di oliva. E’ un prodotto con ridotto contenuto di grassi saturi, senza lattosio e glutine, senza colesterolo, senza grassi idrogenati ed OGM ma con tutto il gusto dell’olio extravergine d’oliva. Con i soli suoi 3 ingredienti vegetali e biologici (76% olio EVO, burro di cacao, lecitina ), può essere spalmato su pane o usato per la preparazione di dolci e panificati.

Il premio è stato assegnato da una giuria composta da buyer, importatori e distributori provenienti da tutto il mondo che hanno decretato la vittoria dei prodotti che meglio si adattano a interpretare le principali tendenze globali del settore. È un ulteriore e importante successo dell’agroalimentare calabrese che testimonia la grande vitalità del nostro sistema produttivo e la predisposizione all’innovazione, ha così commentato questo significativo traguardo il presidente di Coldiretti Calabria  Franco Aceto. “Quando tutto questo si incrocia e trova sostegno scientifico e integrazione virtuosa con il mondo della ricerca universitaria significa lavorare nella direzione del progresso e del benessere sociale oltre che imprimere una ulteriore spinta agli investimenti nella nostra Regione”, ha infine sottolineato con soddisfazione Aceto.