Home Arte e Cultura Premio Donne simbolo alla Preside Maria Rosaria Russo

Premio Donne simbolo alla Preside Maria Rosaria Russo

926
Premio Donne simbolo alla Preside Maria Rosaria Russo

Altro prestigioso riconoscimento per la Preside Mariarosaria Russo insignita dal Club per l’Unesco, presieduto da Nicodemo Vitetta, del Premio Donne simbolo, nell’ambito dell’iniziativa Donna e Mamma, eterno equilibrio, organizzata dal Club per l’UNESCO di Gioiosa Jonica in collaborazione con la Prof.ssa Bruna Filippone scrittrice e membro della Commissione nazionale Pari opportunità del Miur, e dall’Avv. Maria Nirta Galletta, nota e stimata professionista che espleta un’attività professionale d’eccellenza nella Locride. L’obiettivo è stato quello di informare sulle attuali “strategie di pari opportunità” comprendendo gli ambiti sociali, lavorativi e famiglia per tentare di contrastare la discriminazione tra uomo e donna. Temi di grandissima attualità che sono stati affrontati da relatrici esperte che hanno affiancato la Prof.ssa Filippone e l’Avv. Maria Nirta. L’elegante sala delle cerimonie di Palazzo Amaduri a Gioiosa Jonica, ha aperto le sue porte per accogliere domenica 13 maggio il mondo femminile calabrese anche attraverso delle eccellenze. Le difficoltà delle eroiche donne di Calabria, donne forti, semplici, deboli ma, belle e in carriera. Donne tenere e capaci nella famiglia come nel lavoro e nella società civile che costituiscono il pilastro fondamentale per la nostra esistenza.La preside è stata premiata con la seguente motivazione: “Si riconosce la straordinaria capacità persuasiva nei confronti dei suoi alunni, nonostante il difficile contesto ambientale,valorizzando le potenzialità di ciascuno, promuovendo rapporti di dialogo corresponsabile,partecipato proattivo.

Per quanto riguarda l’ambito culturale e la valorizzazione delle risorse umane ,ha stimolato il cambiamento migliorando la credibilità del mondo esterno nei confronti delle nuove generazioni che hanno introdotto nel loro pensiero una visione chiara e diversa del percorso da fare per la crescita e lo sviluppo del loro territorio, tra i piu difficili e ardui del meridione   d’italia. il notevole impegno professionale, diviso tra Jonio e Tirreno, non le ha impedito di essere donna eccellente, madre premurosa e moglie ineguagliabile.

L’evento oltre a momenti esplicativi con gli interventi delle relatrici, ha registrato “momenti di Arte e Cultura” con la straordinaria partecipazione dello Scultore Domenico Carteri e dell’artista Luigi Rafael che ha regalato in estemporanea alcuni tratti della sua maestria pittorica.Il clou della serata è stata la premiazione di cinque “Donne” simbolo” che rappresentano una parte dell’universo femminile: Angela Aguì (Associazione “Il branco delle anime randagie”); Maria Lascala (Professionista del benessere per il miglioramento della salute, del corpo e della mente); Luciana Loprete (Presidente Unione Nazionale Ciechi e Ipovedenti sez. Catanzaro); Silvana Ruggiero (Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Bagnara Calabra); Mariarosaria Russo (Dirigente scolastico ). L’attrice e scrittrice Laura Papa ha  declamato enfaticamente alcuni brani scritti da Bruna Filippone.Il Club per l’UNESCO si è avvalso della collaborazione di Vittoria La Grotteria figura rappresentativa dell’Ass. “Astarte” che ha coordinato l’intera iniziativa socio – culturale.Al termine gli artisti Gianluca e Antonella D’Innocenzi (“Angeli di cristallo”),hanno donato   le pregiate opere di bigiotteria artigianale di pietre dure, cammei e cristalli alle donne premiate.