Home Media e spettacolo Mimmo Calopresti

Mimmo Calopresti

1937

Mimmo Calopresti: biografia

Nasce a Polistena (RC) nel 1955.

Regista sensibile e attento sia ai temi sociali che a quelli più intimi, Calopresti inizia la sua carriera a Torino con produzioni video indipendenti e continua a Roma presso l’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, per cui realizza una serie di documentari e cortometraggi. Nel 1995 incontra Nanni Moretti, che produce ed interpreta il suo primo film “La seconda volta” presentato al Festival di Cannes nel 1996, un’opera coraggiosa che affronta il tema difficile del terrorismo. Va all’esplorazione dell’animo umano con “La Parola amore non esiste” del 1998, il suo secondo film, con cui torna a Cannes e “Preferisco il rumore del mare” del 2000, una storia di amicizia tra due ragazzi calabresi divisi dalle condizioni economiche e dalle scelte di vita. Nel 2003 dirige “La felicità non costa niente“, di cui è regista, sceneggiatore e attore protagonista; nel 2006 firma il documentario “Volevo solo vivere” in collaborazione con la Shoah Foundation di Spielberg, con le testimonianze di nove sopravvissuti ad Auschwitz. Del 2007 il ritorno alle origini, al suo Sud, con il film “L’abbuffata”, girato quasi interamente a Diamante, che vede protagonisti Gérard Depardieu, Diego Abatantuono, Donatella Finocchiaro e Nino Frassica. Gli ultimi due anni hanno visto il regista impegnato nella realizzazione di tre documentari sull’Italia di ieri e di oggi, nell’intrecciarsi di realtà politica, sociale e individuale: “La maglietta rossa 1960“, “I ribelli” e “Anch’io ero comunista“.

Vedi anche Eventi-Fiere:

Eventi_Premio ValentiaAurea