Home Attualità Erasmus+, l’istituto Piria di Rosarno in Bulgaria

Erasmus+, l’istituto Piria di Rosarno in Bulgaria

16
0

Erasmus+, l’istituto Piria di Rosarno in Bulgaria. COOLT – PEACE IS  COOL  – learning and adventure, Programma Erasmus + KA201

 

Si è svolto l’incontro transnazionale nell’ambito del progetto  COOLT – PEACE IS  COOL, Erasmus +, in Bulgaria. Hanno preso parte, con il coordinamento del Dirigente scolastico Mariarosaria Russo, oltre al Project Manager Michele Oliva, le docenti Filomena BarbieriCaterina Fassari e gli studenti del Liceo Scientifico Maria Teresa Cutri, Chiara Bruzzese, Arena Giuseppe, Giuseppe Restuccia e Letizia Italiano che, nei giorni dedicati, sono stati impegnati nelle attività di workshop, dibattiti, simulazioni, momenti di riflessione e autoriflessione  e condivisione di pensieri e proposte sulla pace.  Gli argomenti trattati sono stati: il concetto di democrazia, il superamento degli stereotipi, il Paese dopo Ataturk, dal Comunismo alla democrazia.

Il programma dell’incontro ha  previsto anche la specifica attività  “the Samodiva Experience”, un richiamo alla figura mitologica slava di Samodiva, una ninfa che lottava accanto agli eroi. Si è trattata di  un’attività all’aperto, sui monti Rodopi, per scoprire il richiamo della bellezza naturalistica come espressione di energia positiva che ristora gli animi e conduce alla pace interiore per poter operare  come cittadini attivi  portatori di pace nel mondo, poiché ogni cosa dipende da come ognuno di noi riesce a  vederla e a formarla.  “Tutti avremmo bisogno di Samodiva al nostro fianco che ci aiuti a combattere”, afferma il Dirigente Scolastico Maria Rosaria Russo, “perché il mondo ha sempre bisogno di tutti coloro che riescono a contribuire come piccole foglie di uno stesso albero a costruire un universo di pace”.  Interessanti sono stati gli incontri istituzionali con il sindaco di Plovdiv, capitale europea della cultura nel 2019,  riconosciuta dall’UNESCO, che con la metodologia TED ha parlato di Pace alle studentesse e agli studenti europei. Il project Manager, Michele Oliva ha affermato che con COOLT l’Italia  sta lavorando assieme ai partner europei Turchia,  Spagna, Bulgaria  e Germania per “raggiungere risultati misurabili per  ridurre la violenza e il conflitto nelle aree di diversità culturale e etnica”. Considerato che con COOLT si vuole fornire  un metodo innovativo per l’educazione alla pace e per  la comprensione interculturale,  il Piria Piria e i partner avranno  il compito di sensibilizzare gli studenti e trovare metodologie specifiche per trattare la pace come argomento curriculare e creare, per il futuro, giovani leader pacifici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here