Home Catanzaro Copanello

Copanello

1269
0
Copanello, luoghi calabresi

Copanello: località balneare dello Ionio calabrese

I confini

E’ una rinomata località balneare dello Ionio calabrese, in provincia di Catanzaro, situata tra i comuni di Stalettì e Squillace lungo la strada statale 106 a circa 8 km dal capoluogo e 3,21 km da Stalettì.

Il territorio

Situata al centro del Golfo di Squillace, sul quello splendido tratto di costa detto Costa degli Aranci o Costa dei Saraceni, l’intero territorio di Copanello è caratterizzato da colline lussureggianti della tipica flora e fauna mediterranea e da promontori di granito bianco che digradano dolcemente verso il mare, creando arenili di sabbia fine, mista a enormi scogliere granitiche perforate in alcuni punti da grotte in cui si insinua il mare, la più famosa delle quali è quella di San Gregorio, tra Copanello e la vicina frazione Caminia.

La storia

Meta di villeggiatura fin dal primo dopoguerra, ospita nel suo territorio numerose testimonianze archeologiche di epoca tardo-romana, come i resti della piccola cappela triabsidata di S.Martino, unica vestigia paleocristiana calabra, per molto tempo identificata come la tomba di Cassiodoro personaggio storico originario della vicina Squillace, il Museo naturalistico Libero Gatti, la Rotonda sul mare che ispirò il cantante Fred Bongusto nella composizione del testo dell’omonima canzone. Notevoli le altre testimonianze archeologiche, dalla chiesa di Santa Maria Vetere ai resti del castrum bizantino, dall’antica via romana che si ricongiunge alla via Grande di Stalettì alla fonte Arethusa, citata dallo stesso Cassiodoro. Questo tralasciando le testimonianze più recenti, dal casino Pepe, che parrebbe essere stato costruito sul luogo in cui sorgeva il Vivarium, ai bunker di piccole e medie dimensioni costruiti dagli italo-tedeschi durante la seconda guerra mondiale.

Nel 1882, all’epoca già vecchio e malato, Giuseppe Garibaldi volle fermarsi una notte a casa di alcuni suoi amici, la famiglia Fazzari, a Stalettì di Copanello.

Negli anni sessanta, l’imprenditore Guglielmo Papaleo acquistò dal marchese Lucifero di Crotone i terreni su cui avrebbe poi realizzato un moderno villaggio vacanze con animazione. Questo sarebbe stato l’inizio del tumultuoso sviluppo del turismo balneare di Copanello, la cui apoteosi è raggiunta negli anni settanta, quando locali come La Rotonda, il Rendez-vous, l’Hamilton, il Bilbò, Il Blu70 occupano la scena notturna non solo del capoluogo, ma di tutta la penisola.
Qui si esibiscono artisti come Gloria Gaynor, Franco Califano, Gino Paoli, Rocky Roberts, Rita Pavone e Frank Sinatra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here